Ristitalia, il portale dei ristoranti, delle pizzerie, dei pub e dei locali in italia

Home >> Itinerari >> Messina

Itinerario: Messina

regione: Sicilia
Messina sorge in una cuspide naturale che, osservata dalla stretto, prepara alle montuosità vulcaniche dell'Etna verso sud e al sistema dei Nebrodi ad occidente. L'arte culinaria messinese trae ispirazione dal mare ed i suoi piatti più rinomati quindi sono a base di pesce.
Cucina
La pesca del pesce spada è simbolo e tradizione di Messina; uno dei piatti forti è infatti il pesce spada alla ghiotta, servito in tranci e arricchito da capperi, olive e salsa di pomodoro.

Molto apprezzato lo stoccafisso alla messinese: preparazione simile a quello del pesce spada, viene servito con delle patate e preferibilmente accompagnato da un vino rosso genuino e robusto.

Squisite sono poi le braciole di pesce spada ottenute dal caciocavallo, cioè dalla parte anteriore dell'addome che viene tagliata a fettine, le quali vengono poi riempite di pan grattato condito con poco olio, prezzemolo, aglio e pepe.

La nunnata: una minutaglia di pesce fresco fritta con una pastella d'uovo, ottimo come antipasto.

Accanto ai piatti che rimandano ad una cucina più ricca, ve ne sono altri nella tradizione gastronomica che si servono di condimenti piu' poveri e che sono legati non solo all'alimentazione quotidiana tipica del mondo contadino ma anche a certi rituali festivi.
Così le varie zuppe di verdura, finocchietti, borragini, condite con olio crudo, le minestre di riso con ceci e con le verdure, il maccu saporita pietanza a base di fave secche che per la lunga cottura si riducono in una morbida crema.

Tra i dessert più noti c'è la Pignolata: un dolce dal gusto particolare e dai colori invitanti, preparato con pasta bignè fritta, poi glassati al limone e cioccolato

Da provare anche il Riso nero con mandorle, cioccolato e canditi;

Uno dei dessert più ricercati è invece i "Diavulicchi" una sorta di manicaretti multicolore.

Vini
Panorama enologico di antichissime tradizioni, nel mondo antico due vini avevano solida fama: il Turomenio e il Mamertino. Oggi rinomato vino messinese è il Faro, vino a denominazione d'origine controllata, dal colore rubino, secco, adatto a tutto il pasto, con una gradazione minima di 12 gradi.
Ottimo il vino da dessert Malvasia di Lipari, dal colore dorato, la gradazione è di 11,5 gradi nella versione naturale, di 18 gradi per la versione passita e di 20 per la liquorosa.